71

Domande e risposte:

Vorrei dedicare questa pagina a domande che qualcuno là fuori potrebbe avere per quanto riguarda gli assiomi, inquilini, conclusioni o intuizioni della teoria spazio quantico. Vi prego di inviarmi le vostre domande e io farò del mio meglio per rispondere via video. La mia speranza è che questo forum sarà una risorsa utile per coloro che hanno domande senza risposta circa la teoria spazio quantico.

Domanda 1: Da Fred Goode

Sono interessato a una migliore comprensione delle 11 dimensioni della QST.

Capisco che una dimensione è un asse lungo il quale qualcosa si può muovere senza richiedere alcun movimento in un altro asse o dimensione.
x, y, z sono ovvi esempi di (3) dimensioni. Direi che il tempo è un 4 °, come si può passare attraverso il tempo senza muoversi in x, y, z. Io vedo il tempo come dimensione perché c'è direzione. Passato presente futuro.
Capisco anche la piccola dimensione del planck. E 'davvero molto piccolo. Lei descrive in conversazioni che questo è il più piccolo possiamo dividere lo spazio in. Come l'atomo AU (oro), se si divide ancora una volta, non è più AU è. Ma per una lunghezza di Planck, non ottengo questo.
Non c'è cosa come un mezzo di un Planck? Guardo il planck come una scala come un righello. Un righello è 12 "lungo, e ha 12 singoli segmenti pollici su di esso, con ogni pollice essendo separato in una frazione di pollice. Spetta al produttore per quale importo frazionaria che vuole visualizzare. 1 ", 1/2", 1/4 ", 1/8", e molto spesso, 1/16 "o addirittura 1 / pollice 64th. Perché non vediamo mai i governanti con incrementi di 1/128 di pollice? Perché è troppo piccolo per "bulbo oculare". Questo non significa che le dimensioni inferiori a 1/64 "non esistono. Noi li misuriamo con altri strumenti. Basta che non con un righello. Come è il scala di Planck diverso da quello che ho descritto?
Ok, in discussione parte 2. Se Planck è una scala ed esiste quanti all'interno di questa scala, sembra voler dire che perché è formato sub-Planck, non può più aderire alle x, y, dimensioni z per individuare la sua posizione fisica . Penso che il problema per me è che io ancora non capisco come distanza (1 lunghezza di Planck), non può essere ulteriormente suddivisa. Capisco che con l'atomo UA, ma non è mele e mele. Almeno io ancora non vedo.
Le altre cose si mette a posto per me bene finché io accetto questa geometria come dato di fatto. Vedo quello che un buco nero è, come il tempo rallenta si avvicina al buco nero, perché si verifica spostamento verso il rosso, quello che la materia oscura è, perché si verifica tunneling quantistico, perché il pollo ha attraversato la strada, e tutto il resto. Ho solo bisogno di aiuto con descrivere questo ad altre persone nella zona di "non è possibile dividere la lunghezza di un Planck in un mezzo di Planck". PERCHÈ NO??!!??!! :)
Grazie per il tuo tempo
Fred Goode

Clicca sul video qui sotto per vedere la mia risposta alla domanda 1:

Commenti (71)

URL di riferimento | Commenti RSS Feed

  1. Thad, un riassunto delle mie riflessioni ieri del modello in termini di dinamica delle onde. Cosa ne pensi?

    Lo spazio potrebbe registrarsi a noi solo come la punta di piedi tre strutture d'onda quantistica bit dimensionali sempre solo come un singolo quanto di una lunghezza di Planck solo al di sopra di una certa ampiezza soglia rappresentazione dello spazio, e individualmente vibrante come la più piccola granularità dello spazio-tempo e collettivamente vibrante come quello che percepiamo come spazio e tempo. C'è un superspazio a più alta risoluzione in cui l'intero supervolume di questi centri permanenti muoversi e attraverso l'altro (ma collisioni accadere in quel eccellente scala spazio-tempo ad una frequenza molto inferiore alla frequenza di vibrazioni di ciascuna onda stazionaria sferica). Ciascuna di queste sfere è un universo a sé con esattamente le stesse caratteristiche relative alla sua risoluzione come la nostra, solo alla prossima frattale risoluzione fino. Allo stesso modo per quanto riguarda il nostro universo, la direzione assoluta in entropia può essere semplicemente un crollo da e per lo zero (se vista come un'onda sinusoidale). Un altro universo potrebbe passare attraverso di noi e vite tutto, ma succede molto meno frequentemente rispetto ai 100 miliardi di anni dispari si potrebbe prendere per cadere in totale entropia.

  2. Joe Fill dice:

    Ciao Thad -

    Prima di tutto, lasciatemi dire grazie per avermi inviato il tuo libro. Dopo aver visto il tuo discorso TEDx Boulder, non vedevo l'ora di approfondire la tua teoria, e non sono rimasto deluso.

    I miei studi scientifici formali e della fine con la mia classe di fisica del liceo nel 1971, e non ho mai sviluppato un tatto per la matematica al di là di geometria euclidea. Tuttavia, ho cercato di educare (o almeno conoscere) me stesso in una varietà di argomenti, dalla meccanica quantistica alla cosmologia alla relatività. Il tuo libro è andato un lungo cammino per aiutare a capire i concetti del discorso Boulder, ma ho ancora un paio di domande che potreste chiarire.

    1) Lei parla di tempo ad essere definito dalla risonanza dei quanti. Ha tutto nell'universo risuonare, e se non, perché i quanti risonanza? Che cosa esattamente vuol dire avere risonanza quanti? Fare la dimensione del cambiamento quanti o forma durante questa risonanza?

    2) Poiché i quanti spazio muovono in superspazio, non mantengono la stessa X, Y, Z rapporto altri quanti (anche se non la stessa distanza)? O sono loro X, Y, Z posizioni definito solo su scala media o macro?

    3) Forse collegate e risposto 2) di cui sopra, se ognuno identifica Quanta (o è identificato da) un unico X, Y, coordinata Z, e anche la più piccola parte la materia è di molti ordini di grandezza più grande di un singolo quanti, come è la posizione di materia specifica? Sono corretto che anche un singolo elettrone occuperebbe miliardi di quanti di spazio?

    Un concetto che mi ha sempre infastidito, e che si indirizza nel suo libro, è l'idea che il movimento attraverso uno spazio-tempo continuo è logicamente impossibile. Per andare dal punto A al punto B, che avrebbe dovuto lasciare il punto A, e prima di arrivare al punto B, che ci si deve arrivare a un punto di mezzo modo. Ma per arrivare al punto modo 1/2, dovreste arrivare a un modo punto 1/2 a lì, o 1/4 del modo in cui al punto B. Per ogni punto dovreste raggiungere, voi 'd avere sempre di arrivare a un punto di 1/2 modo a quel punto, e che non avevo mai al punto B. Quantized spce risolve questo piccolo problema.

    Grazie in anticipo per qualsiasi comprensione che mi può dare su questo, e non vedo l'ora di vedere le illustrazioni per intuizione di Einstein.

    - Joe Fill
    Indianapolis, IN

    • Thad Roberts dice:

      Joe,

      Recentemente ho finito passare attraverso l'intero libro per un altro giro di modifiche, migliorando il flusso un po ', correggendo alcuni errori, e l'aggiunta di molte figure. Se siete interessati nella versione aggiornata mi mandi una mail e io passo lungo.

      Per quanto riguarda le vostre domande:

      1 - In questo modello tutte le cose nell'universo sono pensati come essere costituito da spazio quanti, ma non tutto lo spazio quanti liberamente risuonano. Quanta che attaccati, toccare, sono, per definizione, non è in grado di risuonare liberamente fino a quando non sono separati di nuovo. Alcuni quanti sono solo in questa situazione per una breve durata, mentre altri potrebbero prendere su per una lunga durata (durata qui fa riferimento al numero medio di dimissioni liberi che lo sfondo quanti media nello spazio vuoto mentre subiscono questi quanti sono attaccati insieme). Inoltre, in questo modello, ogni quanti è, a prima approssimazione, una sfera elastica. La loro struttura elastica, aggiunto al fatto che essi si muovono e urtandosi, è la ragione per cui essi sono risonante. Risonanza significa contorsione geometrica della sfera elastica. Se l'universo fosse vicino allo zero assoluto, se la velocità media superspatial di ogni quanti era vicino allo zero, quindi l'aspettativa sarebbe che i quanti avrebbe vibrare liberamente a se stesse, con ampiezza sempre meno, fino a quando hanno finito di energia (ad esempio tutta l'energia (contorsione geometrico) di risonanza trasferita internamente). Ciò lentamente cambiare la firma del tempo nell'universo.

      2 - Come la mossa quanti intorno a superspazio, si mescolano la x, y, z griglia. Quindi, no - non mantengono la stessa x, y, z rapporto all'altra quanti. Tuttavia, dal momento che tutti i quanti sono identiche, la maggior parte degli effetti di questa mescolanza lavare fuori mentre ci avviciniamo scala macroscopica. Esatti x, y, z le posizioni sono definite solo per i momenti esatti - istantanee di tutta la griglia in quel punto. Poiché i quanti stanno mescolando circa, punti specifici sfarfallio intorno in posizione dalla x, y, z prospettiva. Questo sfarfallio, però, anche lava fuori (è generalmente confinato in una regione relativamente piccola) come noi zoom out.

      3 - Ci sono due possibili risposte a questa domanda. Nella prima possibilità, le particelle di massa più fondamentali possono essere semplici come due (o tre o quattro e così via) quanta incollati (per qualsiasi durata). Questa cosa interessante di questa possibilità è che, mentre i quanti sono bloccati insieme si comportano come la stessa posizione unica nel x, y, z metrica. Essi rappresentano più luoghi unici, in modo che, in effetti assumono le caratteristiche di essere una posizione. Ancora, altri quanti interagendo con essi rimbalzo in modo diverso poi farebbero con quanti non attaccati, quindi la mappa che li circonda deforma - la connettività geometrica media orditi. In questo caso, la posizione di questa particella questione sarà specificato in riferimento alla raccolta di tutti gli altri quanti intorno - proprio come farebbe se fosse un singolo quanti. Nella seconda possibilità, la materia può fare riferimento a vortici geometrici. Se la metrica dello spazio è è permesso un perfetto superfluide molte forme di vortici estremamente stabili. Questi vortici potrebbero anche essere infinitamente stabile fintanto che non vengano interrotti. Se questi vortici vorticoso nella metrica particelle di massa di riferimento, quindi le particelle di massa hanno posizioni nel senso più sfumata solo - guadagnando risoluzione su scala più ampia. Ancora, si potrebbe immaginare che in un vortice stabile c'è un centro, e questa posizione centrale potrebbe riempire il significato della posizione della particella.

      Queste sono domande spettacolari Joe. Come si può dire, sto ancora lavorando le ramificazioni l'ultima domanda. Entusiasti di vedere dove ci porta. :-)

    • Joe Fill, re. Q & A (3) di cui sopra, la materia come macchie di quanti o, in alternativa vortici in un fluido eccellente. Il modello di Geoffrey Haselhurst consiste di onde stazionarie punti 3D in un mezzo infinito, e la materia strutture a traliccio in 3D come stabili. Http: // www .space e ne mo .com /

      • Thad Roberts dice:

        La manutenzione del 3D onde stazionarie richiede ingressi costanti che sono perfettamente sintonizzati da ogni direzione. Un eddy nel superfluido, tuttavia, si mantiene a causa della non-rotationality del superfluido - la sua tendenza a formare vortici quantizzati. In modo ciò Geoffrey e stanno muovendo verso è simile, ma la stabilità nell'idea di un'onda stazionaria richiede una grande coincidenza per ogni particella. Questo porta ad un problema quando si cerca di spiegare come tutti gli elettroni sembrano identiche. Se, invece, queste strutture reticolari sono spiegati come vortici quantizzati nel vuoto superfluido, questa domanda è naturalmente rappresentato.

  3. Aaron dice:

    Ciao Thad,

    Ho appena scoperto il vostro TED discorso di ieri sera e fatto esplodere la mia mente! Dopo mettendo di nuovo insieme (la mia mente, che è), ho deciso di controllare il vostro sito web. Ho finito per spendere parecchie ore di lettura attraverso il sito (compreso il vostro blog) e guardare i video. Roba affascinante! Alcune domande hanno spuntato nella mia mente, ma credo che molti di loro sono probabilmente risposto nel tuo libro. Infatti, dopo aver letto la sinossi del libro, lo so che le risposte a molte delle mie domande sono rivolte lì.

    Mi piacerebbe capire meglio sul lavoro che è già stato fatto prima di domandare. Sei ancora emailing copie del tuo libro? Se è così, mi piacerebbe leggere attraverso di essa. Non sono sicuro di quanto sei vicino a stampare (è stato un po 'che il tuo ultimo post del blog), ma se il libro è già fuori, io felicemente acquisto di una copia :)

    Comunque, grazie per la condivisione di qst. Ho incontrato una manciata di TEP nel corso degli anni, e nessuno di loro sono stato in grado di spiegare con successo e considerazione per tutte le stranezze che esistono nel modello standard - per non parlare di costituire un ambito intuitivo. Sono d'accordo che tutte le teorie fisiche, le loro espressioni matematiche a parte, dovrebbero prestarsi a così semplice una descrizione che, nelle parole di Einstein, "anche un bambino potrebbe capire."

    Saluti,
    Aaron

    • Thad Roberts dice:

      Aronne,
      Ti ho inviato via email un link al pdf. Molti progressi sono stati fatti di recente, ispirando alcune revisioni nei capitoli 19-21 e migliorare la chiarezza complessiva. Quando si raggiunge il capitolo 21 vi consiglio di ri-scaricare il pdf per assicurarsi di avere la versione più aggiornata. Se ti senti qualcosa nel libro potrebbe essere resa più chiara per favore fatemelo sapere :-). Non vedo l'ora di vostro feedback.
      Thad

      • Aaron dice:

        Ciao ancora,

        Grazie per il link. Ho scaricato il pdf e appena finito il capitolo 4. Sono davvero impressionato dalla sequenza in cui si è licenziato tutto fuori. Il duro lavoro che hai messo in questo è chiaramente evidente. Finora, sono stato in grado di seguire tutto facilmente, e non ho una conoscenza preventiva di ciascuno dei concetti che avete discusso (con l'eccezione di quasicristalli, che ho fatto una piccola ricerca su internet).

        Solo per la cronaca, io non sono uno scienziato esperto in qualsiasi area, e la mia conoscenza della cosmologia, astrofisica, meccanica quantistica, ecc deriva dai pochi libri che ho letto e documentari che ho guardato. Ho speranze infine la comprensione dei concetti, storia e matematica su un livello pari a quello di un ricercatore nel campo, ma ho una lunga strada da percorrere. Detto questo, il fatto che posso capire il tuo libro chiaramente fino a questo punto mi dà incoraggiamento che sto facendo progressi su questo obiettivo.

        Se ho qualche suggerimento di modifica relative, io li citare tramite e-mail.

        Grazie ancora. Questo e spettacolare!

        Aaron

  4. Laz dice:

    Ciao Thad,

    Io sono stato sempre interessato al nostro misterioso universo. Mi piace leggere ur sito web, guardare video ur. Tuttavia, non ho notato che u menzionato la stringa o una teoria M prima. Che cosa è ur vista su di esso? Tutto fatto di corde vibranti che sono 11 dimensionale? Che cosa circa 1 pezzo di spazio quanti che è 1 lunghezza della plancia (1.6 × 10 alla potenza di -35 metri), è composto da 1 stringa singolo? Secondo alcuni scienziati, la dimensione di una stringa può essere tra il 10 alla potenza di -34 o -35. Così forse un pezzo di corda, come la stessa di un quanti spazio?

    Thank u per ur help :)
    e ... Sarebbe fantastico se u mi potesse inviare ur libro.

    Saluti,
    Laz

    • Thad Roberts dice:

      Laz,
      Grazie per le vostre domande :-). Vi e-mail un link a una copia del libro di oggi. In risposta alle vostre domande, mi godo gli sforzi compiuti dagli sviluppatori della teoria delle stringhe per accedere ontologicamente una storia causale dietro i misteri della meccanica quantistica. Tuttavia, non credo che una tale storia è stato realizzato con successo a partire da ancora da quella teoria. Tuttavia, la teoria delle stringhe, ora estesa in teoria delle superstringhe e M-teoria, ha alcuni interessanti parallelismi e importanti che vengono evidenziati dal presupposto che il vuoto è un superfluido (quantizzato). Alcuni di questi sono menzionati nella 'intuizione di Einstein.' Non vedo l'ora di vostro feedback come si legge.

  5. Laz dice:

    Un milione di Grazie Thad, ho veramente apprezzato risposta ur e il grande libro !!!

    Lascerò u so se qualcosa non è chiaro per me di sicuro :)

    Ti auguro il meglio,
    Laz

  6. Chris dice:

    Ciao Thad,
    Ho appena trovato il vostro TED parlare di video, l'altro giorno. Sono solo un dilettante quando si tratta di fisica e la cosmologia, ma mi piace ascoltare tutti questi nuovi, idee ispiratrici. Sono molto impressionato da quanto la tua teoria era in grado di spiegare (in particolare quella costanti fisiche dipendono dalla geometria dello spazio stesso, che una volta ho speculato sulla ... anche se 'fantasticato di' sarebbe probabilmente una scelta migliore di parole). Comunque, sto solo scrivendo a dire: Grazie! e: Keep it up! :)

    Inoltre, la mia mente appena accaduto su questa domanda: è superspazio anche quantistica in natura, o non ti scontato che sia infinitamente liscia?

    • Thad Roberts dice:

      Chris,
      Grazie per la tua domanda. In risposta alla tua domanda, il modello che stiamo lavorando con presuppone una perfetta struttura frattale, quindi sì si presuppone che superspazio è quantizzata, e che tali quanti sono entità composite di molto più piccolo sub-quanti, e così via. Se siete interessati posso inviare il libro su questo. Capitolo 11 riguarda specificamente il problema.

      • Chris dice:

        Si Grazie! Mi piacerebbe molto per saperne di più su questo argomento. Ho guardato i video Conversazioni negli ultimi giorni, ma alcune cose sono ancora non del tutto, intuitivamente chiaro per me (la colpa il mio cervello). E 'giusto se ho imparato di più, prima di prendere qualsiasi altro tempo. Una cosa che vorrei chiedere in anticipo se è come l'quanti di energia trasferimento spazio, se non sono in realtà toccare? Lo fanno nelle nostre tre dimensioni spaziali (dove sono presumibilmente sempre in contatto) fintanto che non stanno toccando in superspazio? (Scusate, se ho confuso qualcosa).

        In realtà, ho anche alcune altre osservazioni / domande su cose credo di aver capito un po 'meglio:
        1. lensing gravitazionale è stato spiegato da materia oscura. Si ha spiegata da un cambiamento di fase di spazio causate da differenze di temperatura nello spazio. Sarebbe l'effetto di lente sia sempre in una forma di un cerchio? Anche in ammassi di galassie, come here?: http://​upload​.wiki​media​.org/​w​i​k​i​p​e​d​i​a​/​c​o​m​m​o​n​s​/​0​/​0​b​/​G​r​a​v​i​t​a​t​i​o​n​e​l​l​-​l​i​n​s​-​4​.​jpg

        Ok, io non sono proprio sicuro che sia un cerchio perfetto in quella foto, ma in ogni caso, ho immaginato che se tutto si riduce alle differenze di temperatura, allora l'effetto lente di tutto il cluster dovrebbe essere probabilmente molto di più ... distorti, irregolari? (Poi di nuovo, è solo la mia intuizione che ho imparato a non fidarsi completamente 😉).

        2. Lei ha spiegato che la tendenza al rosso della luce galassie 'è causata dalla perdita della sua energia a causa di tipo di attrito interno dello spazio-quanti (spero che ho ricevuto a destra) ... comunque è perso per lo spazio stesso. È anche parlato della universo dal momento del Big Bang fino ad ora. Ma non era il rosso spostare il nostro unico accenno alla Big Bang da singolarità (o qualcosa di simile ad esso) e l'inflazione, in primo luogo? Se l'energia dei fotoni è 'perso' nello spazio, allora forse non c'è inflazione affatto, e l'universo è fondamentalmente statica dimensioni. Solo lì è sempre più di quel 'attrito' nello spazio (o alcune parti di esso) e finora siamo dati come accelerare l'inflazione male interpretato?

        Sarebbe tutto, per ora comunque.
        Grazie ancora, Thad!

        • Thad Roberts dice:

          Chris,
          Grazie per le vostre domande. In primo luogo, in questo modello i quanti toccarlo. Essi interagiscono elasticamente nelle dimensioni superspatial, scontrandosi e rimbalzando di ogni altro. Cercherò di ottenere alla fine un video di questo fino a renderlo più chiaro. In secondo luogo, per quanto riguarda le tue domande su lente gravitazionale, non c'è differenza di forma tra le proiezioni di questa teoria fa e le affermazioni tradizionali circa la materia oscura. Gli aloni scuri materia, o regioni di transizione di fase, in giro anche galassie a forma di sigaro è sferica. Pertanto, ci aspettiamo l'effetto lente di essere circolare. Ci possono essere eccezioni quell'immagine proiettata circolare. Per esempio, se ci sono altri oggetti tra la sorgente ed osservatore distorcere ulteriormente l'immagine. La forma sferica si trovano in natura non è spiegato nella spiegazione tradizionale della materia oscura. Ma se si tratta di una possibilità di fase, allora ci aspettiamo che questa forma sferica a causa di come le proprietà termodinamiche vengono comunicate all'esterno dalle loro fonti. Lei ha ragione di sospettare che alla fine non ci può essere in linea di principio una forma non sferica, ma questo avverrà solo come un insieme di altre forme sferiche. Così si potrebbe trovare qualcosa che si avvicina un 3D Topolino là fuori, ma questo richiederebbe un ben preciso posizionamento di galassie molto specifiche, il tutto a solo le giuste temperature e dimensioni e distanze. In generale, ci aspettiamo solo misurazioni sferici per la regione aureola. La tua seconda domanda è impressionante per la via. Come si è visto, redshift non è il nostro unico suggerimento che l'universo ha avuto un "primo" momento. Io uso prima qui solo in riferimento ad una catena internamente tracciabile di causa ed effetto - non è una affermazione che si trattava di un taglio finale off su causa ed effetto. Il modo più solido per raggiungere l'affermazione che l'universo deve aver avuto un inizio (nel senso stiamo prendendo circa - un Big Bang) è quello di garantire la seconda legge della termodinamica e di riconoscere che tutta la fisica è simmetrica tempo-reverse (alcuni potrebbero pensare che la funzione d'onda crollo potrebbe sfuggire a questo, ma si può dimostrare che questa affermazione non è necessario - vedere l'interpretazione di Bohm della meccanica quantistica). Con queste due condizioni a bordo ci aspettiamo che ogniqualvolta intraveda qualche misura dell'ordine nell'universo è estremamente probabile che sia prima che dopo la nascita di quell'ordine era meno. Imaging un tavolo da biliardo senza attrito e senza tasche. Le palle si sono mossi intorno a scontrarsi per un lungo periodo di tempo prima che si guardava. Si noti che è possibile scattare istantanee delle posizioni delle palle, ma la maggior parte di queste immagini vi mostrerà orientamenti solo casuali. Questo sistema ha la massima entropia - ordine minimo. Tuttavia, alla fine tutte le palle accadrà a scontrarsi tutto in una volta, confezionati in un angolo. Chiaramente se abbiamo preso una fotografia di quel momento sarebbe stato ovvio che il sistema ha avuto un certo ordine. Ora l'attesa. Se abbiamo avuto accesso alle immagini di prima e dopo quella mozione d'ordine, che cosa ci aspettiamo di vedere? Ci si aspetterebbe di vedere il decadimento ordine in entrambe le direzioni in tempo. Questo è ciò che significa dire che la Natura è simmetrica tempo inverso. La seconda legge della termodinamica ci dice che la natura si comporta in questo modo. La simmetria temporale inverso codificata nelle nostre equazioni di fisica supporta anche questo. Ma quando si guarda nel mondo vediamo anche molti eventi che sembrano avere il tempo direzionalità per loro. Eventi si svolgono in un modo molto più di quanto non facciano in altro modo. Perché? Beh, se la seconda legge della termodinamica tiene, se la simmetria temporale inverso descrive accuratamente la fisica (queste due affermazioni sono sinonimi tra l'altro), allora c'è una sola conclusione. Il nostro universo non ha ancora raggiunto uno stato di massima entropia. Ciò significa che l'universo ha avuto un inizio. E 'stato accusato di estremamente bassa entropia ad un certo punto, e che bassa entropia non è ancora completamente decaduto.
          Spiego questo in dettaglio nel mio libro. Se vuoi leggerlo basta inviarmi una e-mail e farne richiesta. Vi inoltro un pdf. Ho anche spiegare l'inflazione in quel capitolo, e la recente fase accelerata di redshift. Tutti questi effetti sono aspettative naturali di questo modello. Questo, naturalmente, non rende automaticamente il modello giusto, ma rende interessante. Il valore qui è che ora possiamo avere un modello che spiega le nostre osservazioni integralmente, e in un modo che è intuitivamente accessibile. :-)

  7. Iiro dice:

    Salve,

    Ottimo lavoro davvero !!!
    Ho osservato la maggior parte dei tuoi video negli ultimi due giorni e mi piace molto la semplicità e l'eleganza del vostro approccio. Ci vorrà un po 'più di tempo e la lettura per me per arrivare a capire più a fondo, ma c'è un problema giá che io non sono in grado di risolvere con la mia auto ed è questo:

    Nella sua teoria non è necessario per forza gravitazionale. Linea diretta è definita in modo che vi sia stessa quantità dei quanti di passaggio in tutti i lati di un oggetto in movimento. Questo Leeds a un percorso curvo (euclidea indicationi) quando ther è più quanti (oggetto con massa) a lato di un oggetto in movimento. Ora corriamo ad un problema (che è più stata riordinata la mia scimmia mente manca qualche cosa semplice, perché di ore di ritardo :-) perché in questo scenario il percorso che l'oggetto assume non dipende dalla sua velocità. Quindi, se Douple la velocità, dobbiamo ancora avere lo stesso percorso che noi no, non è vero.

    Quindi, per favore, mi mostri quello che mi manca in modo che possa andare avanti !!!

    Grazie per aver portato il buon senso di nuovo alla scienza di base !!!

    • Thad Roberts dice:

      Iiro,
      Grande domanda! Si può essere lieti di scoprire che questo modello dice che il percorso di un oggetto seguirà dipende dalla sua velocità. Con un gradiente di densità di spazio in atto, la retta, il percorso di un oggetto assumerà dipende dalla sua velocità. Per capire perché, immaginiamo un oggetto che si muove attraverso lo spazio pianeggiante ad un ritmo lento - diciamo 20 quanti per unità di tempo. Quando l'oggetto si muove in una regione con un gradiente di densità prenderà il percorso in cui entrambe le parti sperimentano ancora la stessa quantità di spazio per unità di tempo. Diciamo che il gradiente fa la differenza nella densità tale che una retta superspatial porterebbe a 20 quanti più da una parte che dall'altra. Questo oggetto sarà poi seguire un percorso altamente curvo (dal punto di vista euclidea). Tuttavia, se lo stesso oggetto entrato nella regione mobile a 1000 quanti per unità di tempo, allora il 1020 vs. 1000 lato all'altro sarebbe non creare un percorso con forte curvatura. Spero che questo risponde alla tua domanda. Si prega di elaborare se avete :-) ulteriori domande.
      Cordiali saluti,
      Thad

  8. Martin dice:

    Ciao Thad, ho un paio di domande:
    1. Può aiutarmi Prevedo perché una massa (come una mela) cade verso la Terra? In assenza di una forza chiamata gravita sto cercando di indovinare ciò deve accadere perché la mela ha velocità (quella della Terra nello spazio), in un gradiente di densità ... Ma io non riesco a immaginarlo.
    2. Che cosa è che è dentro una bolla di Planck che ha coordinate descritti dal x intra-spaziali, y, z?
    3. particelle sub-atomiche sono enormi rispetto alla lunghezza di Planck così come si fa immaginate un quark che occupa spazio? Ha 'occupare' miliardi di bollicine Planck? Che cosa 'look' come?
    4. Qual è il meccanismo attraverso il quale la massa colpisce la densità delle bolle Planck? In che modo la massa causa loro di fondersi? Penso che quello che sto cercando di arrivare qui è che, avendo fatto fuori con la gravità, con quello che faccio a sostituire la mia concezione della materia aggregazione insieme (per fare pianeti ecc ...)
    5. Penso che hai detto un buco nero ha una dimensione di 1 planck. Sicuramente se si fanno le bolle di Planck si fondono come in un buco nero, la sua 'dimensione' è comunque molte bolle di Planck che ha al suo interno. Dalla vostra spiegazione, immagino li densamente imballati (e non 'risonante') ... e se più la materia viene aspirata, con più bolle di Planck, immagino che l'orizzonte degli eventi si espande per accogliere più bolle Planck ad una sorta di massima densità.
    6. Non ho mai trovato il vostro spiegazione di come QST spiega onda particella dualità. Mi piacerebbe sentirla.
    Mi sto godendo come si trasmette il concetto di QST come qualcosa che posso davvero immaginare. Grazie.

    • Thad Roberts dice:

      1. Certo. ☺ Prima di tutto lasciatemi dire che la difficoltà sarebbe quella di spiegare come una forza chiamata gravità provoca una mela a cadere verso la Terra. Forze sono usati al posto di spiegazioni. Quindi, quando ci affidiamo a "forze" la nostra comprensione del mondo è vuoto. Quando si trattava di gravità, Einstein ha superato questo ostacolo, riducendo gli effetti della gravità di conseguenze di una proprietà geometrica (che nessuno aveva immaginato). Secondo Einstein, la metrica di curve spazio-tempo in concomitanza con la presenza della massa. Come risultato, gli oggetti come la Luna orbita intorno alla Terra, perché questa orbita è la retta via attraverso lo spazio-tempo (nonostante le nostre aspettative euclidei ingenue). Una volta che comprendiamo spazio-tempo nel suo pieno splendore geometrico il mistero delle forze sciogliere. Dal momento che la Luna sta andando dritto, non c'è nessun mistero profondo.

      Possiamo usare il nostro modello qst per comprendere appieno la proprietà geometrica di curvatura dello spazio-tempo. Nel nostro modello, la curvatura è rappresentato dai gradienti di densità radiali che si estendono dagli oggetti voluminosi. Una volta che abbiamo queste densità radiale gradienti nostra soluzione si mette a posto, considerando che cosa significa per chiamare un percorso "dritto" nello spazio. Un oggetto che si muove sperimenta direttamente la stessa quantità di spazio. In altre parole, il lato sinistro si muove attraverso la stessa quantità di spazio come suo lato destro (e tutti gli altri lati). Immaginate che estende le mani come si deriva nello spazio. Se la tua mano sinistra trasversali che la stessa quantità di spazio come la mano destra durante un certo intervallo di tempo, allora ci si muove dritto. Ora l'imaging di un oggetto entrando in una regione di spazio che supporta gradiente di densità radiale. Affinché l'oggetto continui dritto deve continuare a seguire il percorso che ha l'interazione con la stessa quantità di spazio sul lato sinistro e il lato destro. Il gradiente di densità radiale perturba questo percorso dalle proiezioni euclidee. Potete immaginare che ora?

      2. Se assumiamo che lo spazio (x, y, z ci sono familiari) è in realtà un superfluido fatto di tante quanti di spazio, quindi i quanti individuale dello spazio diventano i contributi più piccoli alla metrica che ritrae i relativi arrangiamenti di quelle quanti. I quanti stessi sono costituiti da un volume, ma quel volume non può coerentemente partecipare o contribuire alla metrica di x, y, z. Pertanto, la loro metrica è unicamente separata. Per analogia, immaginiamo che si stava chiedendo che cosa è dentro le molecole d'acqua in un lago. Una raccolta di queste molecole definisce l'acqua, e possono permettere onde si propagano attraverso il mezzo, ma dentro le molecole stesse del concetto di "acqua" è introvabile. Il riferimento è completamente cambiato, anche se le molecole di H2O formano acqua. Ritiene che aiutano?

      3. Grande domanda. Particelle di massa in questo modello risultano essere piccoli vortici nel vuoto superfluido. In questo senso sono distorsioni metriche stabili che possiedono la capacità di essere definito localmente (almeno su scala più ampia rispetto vortice in questione).

      4. massa / energia esiste ogni volta che c'è una distorsione metrica. Ciò significa che ogni volta che i quanti non sono perfettamente disposti in un reticolo equidistanti, materia / energia è presente. Sul quantum scale questo è sempre il caso, ma come si ingrandisce la densità media uniforma (così a lungo non sono c'è un radiale gradiente di densità presente), dando luogo alla comparsa di vuoto (lasciando solo energia di punto zero, la spontanea creazione e annichilazione di particelle a coppie, che sono descritti solo su scale più piccole). Cosa sembrate essere sempre sarebbe meglio chiarita da una ricca comprensione di superfluidi. In superfluidi vortici quantistici stabili possono formare e rimanere senza dissipazione. Questa formazione è la creazione di "particelle di materia" e le volute metriche che si estendono da loro provocare gli effetti della forza elettrica ecc espando su questo nel mio libro, al capitolo Forze.

      5. Quando si parla di x, y, z dimensioni, sì tutti i buchi neri hanno una dimensione effettiva di una lunghezza di Planck. Questo perché essi rappresentano solo una posizione unica nel x, y, z metrica. Tuttavia, superspatially buchi neri sono molto più di questo. Dimensioni superspatial di un buco nero è una funzione del numero di quanti lo compongono. Il resto di quello che hai detto a me sembra accurata.

      6. favore, vai a http: // www .EinsteinsIntuition .com e selezionare il menu a tendina dal titolo 'Qual è qst?' e selezionare la pagina formalismo. Questo dovrebbe dare una grande panoramica di come dualismo onda / particella è richiesto dal presupposto che il vuoto è un superfluido. Inoltre, i capitoli 12 e 13 del mio libro introducono questi concetti con meno matematica.

      • Matt dice:

        Non credo che hai risposto completamente di Martin # 1 domanda. Nella mela, le "mani" destra e sinistra sara 'esperienze la stessa quantità di spazio.' Sono venuto a Q & A alla ricerca di una spiegazione della mela che cade dall'albero, non è in orbita intorno alla terra! Di come la (familiari) potenziali cambiamenti energetici energia cinetica (il momento in cui il gambo si rompe), credo che avremmo consideriamo il front-to-back gradiente di densità, ma non riesco a pensare a ciò che rende la mela vuole cadere ...

        • Thad Roberts dice:

          Opaco,

          Chiedo scusa per il ritardo nella risposta, ho esplorato l'America Centrale. Credo che la mia risposta alla tua domanda rielaborato sotto affronta la tua domanda. In caso contrario per favore fatemelo sapere.

          Thad

  9. Matt dice:

    Dopo un po 'resa dei conti ho semplificato la questione così: Quali sono le cause di accelerazione in un oggetto orbitante? Poiché una mela rottura da un albero è la stessa come satellite al vertice di un percorso piatto ellittica.

    Oggetti in un'esperienza orbita ellittica un'inversione di accelerazione quando il suo percorso è perpendicolare ad una linea radiale del gradiente di densità. Tutti gli altri momenti che sperimenterà (de / a) cceleration a causa del gradiente di 'fronte' a 'indietro'. È questo perché il 'fronte' sperimenta meno resonations tempo che il 'retro', che spinge in avanti?

    Questo significa che (familiare) l'inerzia è un'illusione?

    È l'inerzia in superspazio un'illusione meglio spiegato da cosa succede nella supersuperspace?

    • Thad Roberts dice:

      Grazie per il chiarimento Matt. In risposta vorrei iniziare sottolineando che un corpo orbitante è solo "accelerando", dal punto di vista euclidea. Per qualsiasi prospettiva che rivela la curvatura dello spazio-tempo non c'è accelerazione coinvolto in qualsiasi momento (nessuna forza o). In breve, passando ad un telaio che include lo spazio-tempo curvatura dissolviamo la "forza" di gravità. Quindi sì, in parte, l'inerzia familiare è un'illusione. Poiché è una funzione della massa e la velocità, una pittura euclidea della velocità introduce la parte illusorio. Dal punto di vista dello spazio-tempo che comprende la curvatura l'inerzia di un corpo orbitante non cambia. Resta in viaggio direttamente attraverso lo spazio-tempo. Questa illusione, insieme con le illusioni delle altre "forze" è chiarito meglio, a mia conoscenza, dai "viavai in superspazio". Capitolo 20 nel mio libro tratta questo argomento in modo più approfondito. Se desiderate una copia in pdf fatemelo sapere.

  10. Nick Grover dice:

    Ho una domanda simile come altre persone su questo forum, ho cercato un po 'e non riusciva a trovare la risposta quindi ecco qui.

    Se la luna fosse (ipoteticamente) fermato nel suo percorso orbitale, perché dovrebbe cadere verso la Terra?

    • Thad Roberts dice:

      Nick,
      Grande domanda. Presumo che abbia senso per te perché un'orbita segue da un gradiente di densità nello spazio - perché la luna orbita intorno invece di volare proprio. Per legare il resto della foto insieme dobbiamo ricordare che le particelle elementari in questo modello sono vortici quantistici nel vuoto superfluido. Le particelle si combinano per formare atomi e gruppi più grandi attraverso le regole di combinare vortici quantistici. Così possiamo immaginare la Luna come una grande raccolta di questi vortici turbinanti. Quando è in presenza di un gradiente di densità (come quella che circonda la Terra) la retta per ciascun vortice dipende il gradiente. E, dal momento che i vortici si svolgono in combinazione, bilanciando interazioni fluidodinamiche, il destino della collezione è per la maggior parte in comune. Pertanto, se la luna fosse fermato nel suo percorso orbitale che seguirebbe l'unico percorso rettilineo disponibili. Ogni vortice che lo compone sarebbe mosso circa tale che le parti di distorsione della sua azione vorticosa (fononi che lo compongono) condividono esperienze identiche di spazio. L'effetto combinato di questa esposizione al gradiente della Terra spaziale densità (spazio-tempo curvatura), e la stabilizzazione tra i vortici che costituiscono la materia della Luna, porta il tutto dritto verso la terra.

      Per favore fatemi sapere se posso tentare di renderlo più chiaro.

      Thad

  11. Ron dice:

    Thad,

    Ho aspettato per la mela a cadere! Grazie per la risposta. May I get a copy of your book also?

    Avevo chiesto se il motivo la mela sarebbe caduta è a causa delle differenze di tempo nel gradiente. It seems that molecules vibrating “up and down” in the gradient would move slightly slower relative to the molecules directly above them, tending to pull the ones above them down. Ma il gradiente tempo probabilmente non è abbastanza ripido per produrre l'effetto che noi consideriamo peso. E non ho sentito parlare di materiali super-freddo con meno peso rispetto dello stesso materiale a temperatura ambiente. So your answer is very satisfying. Sarebbe la vibrazione molecolare nel gradiente tempo hanno alcun effetto sul moto della mela, anche leggermente?

    Bellissimi video, ottimo sito. Non vedo l'ora di leggere il libro.

  12. Viktor dice:

    Ciao Thad!

    Ho guardato il tuo discorso sulla TEDx - Boulder e sono stato molto ispirato. Vorrei ottenere una copia del tuo libro, al fine di scavare più a fondo per l'idea. Ho alcune domande sulle 11-dimensioni si parla circa.

    1. È 11 dimensione un'immagine semplificata? Have I understood it correctly if you believe that we live in an infinitely dimensional world? Does più dimensioni pop-up come guardiamo più da vicino?

    2. lo spazio eccellente tra cui un super tempo e ^ 4 spazio, e in caso affermativo, quale motivo dobbiamo credere?

    3. Quali forze stanno cambiando il percorso e la forma dei quanti spazio, o è che solo un effetto geometrico di ancora più profondo mentire dimensioni?

    Grazie in anticipo!

    • Thad Roberts dice:

      Viktor
      1. Sì, l'immagine 11-dimensionale è un quadro semplificato. Il quadro completo si basa sulla struttura spaziale che simula un frattale perfetto, ogni livello risolvendo le parti più interne che interagiscono con lo stesso insieme di regole.
      2. Superspace è solo approssimativamente uno spazio E ^ 4 in questo modello. Questa è una necessità autoconsistente nel modello a causa della differenza nelle dimensioni del sub quanti per i quanti. La differenza scala forza l'aspettativa di un vicino e ^ 4 struttura.
      3. In questo modello non ci sono "forze", perché tutti gli effetti sono dotati di una storia causale completo, negando alcun bisogno di tirare in un'entità magica responsabile di strani avvenimenti. Ti ho appena mandato un link al libro. Per ottenere una risposta più completa a questa domanda, leggere il capitolo superfluido.

  13. Matt dice:

    io sono quasi attraverso il libro; sarò il email di nuovo a voi con correzioni (errori di battitura, la formattazione, pochi commenti)

    Ero deluso per il modo in cui si ha la qst modo ricorsivo sovrapposizione - sottospazio a telaio B è superspazio nel telaio C ...

    hai anche tenta di farlo sovrapporsi in modo che lo spazio familiare nel telaio B è superspazio nel telaio C?

    forse sono io che piace immaginare ricevere jounce da una dimensione superiore.

    • Thad Roberts dice:

      Opaco,
      Technically the structure of the map is reflexive, meaning the order is mirrored. Guardare attraverso Capitolo 11 di nuovo, e se questo non è chiaro per favore fatemelo sapere.

  14. trollthetrolls dice:

    ciao Thad ho una domanda su spostamento verso il rosso, im chiedendosi il sistema o stella che si dice sta accelerando vuol dire automaticly dell'universo buco sta accelerando o forse solo quella parte .Come molti osservanze di questo fenomeno sono essi osservato. E 'possibile che ci sia una massa enorme di fronte a questo sistema che sta tirando più veloce, forse un buco nero .Siamo sistemi lontani che si stanno dirigendo verso di noi ??? curioso.

    • Thad Roberts dice:

      These are good questions. For a more in depth answer than I will be providing here, please see my Chapter on Dark Energy in Einstein's Intuition. If you do not have the book send me a request by email. The short answers are… When we observe redshift there are many possible (valid) explanations for this effect. The most popular explanation, is called the Doppler effect, which characterizes a change in observed wavelength due to motion of the emitting object. If from within the reference frame of the emitting object it is putting out a yellow light, but is moving away from you very rapidly, then from your reference frame you will see a color that is shifted towards the red end of the light spectrum. The amount of shifting depends on the speed. If it is moving towards you then the light will be blue-shifted. This effect is undoubtedly real. When we look at systems far away that are spinning rapidly, the edge moving towards us exhibits blue shift, while the edge of the system moving away from us exhibits red shift. The question is, does the general red shift we observe for all distant systems imply recession velocities? The answer is that it does not necessarily imply this. There are other options. I explore one particularly beautiful and simple option in that chapter if you'd like to understand another option. How many observations of red shift are there? Many. In fact, at large distance every system is redshifted. I suppose technically it is possible that they all have enormous masses behind them pulling them faster away from us, causing the doppler effect, but the odds of this would be extremely low for two reasons. The first reason is that all of those objects would have to be strategically placed such that they were exactly opposite of the object from our location, which doesn't seem to have any motivation or explanation, seems contrived and statistically completely unexpected, and the second is that there is no reason to expect that all distant objects would be paired in this way.

  15. miles says:

    Only a newcomer to this theory, having only seen the “visualizing 11 dimension” ted talk and reading some of the content on the site. What intrigues me the most is an extrapolation from the acceptance that spacetime is a superfluid; the idea of vortices appearing on a quantized level (ie rather than all the water in the bucket spinning around a central axis, quantised vortices appearing within the superfluid). Could the quanta themselves be defined as vortices in 11 dimensions, and could this further imply that it is the motion of the superfluid spacetime as a whole that causes these vortices to occur? Just as in the superfluid in the bucket, within which the system as a whole is moving causing these quantised vortices to appear. That is to say, that the spacetime that makes up the entire universe has some fundamental motion as a whole which in turn gives rise to these vortices which we experience as particels and charge.

    • Thad Roberts dice:

      Miles,
      This is a beautiful insight. Yes, this model leads to the expectation that the quantized vortices internal to the system are manifestations of some external motion (left over from the big bang). But the vortices are not the quanta themselves, instead the vortices are made of of the superfluid that the quanta construct. The quantized vortices instead become, as you suggest in your last sentence, the fundamental particles of mass. If you'd like to read more on this, I recommend my Chapter 21 – Superfluidity and Chapter 22 – Quantized Vortices.

  16. Pietro dice:

    You mention that mass generation can be described as a symmetry breaking event, but the primary literature is pretty dense. Is there an easier way to conceptualize “mass” in qst, and from that, better understand how mass might alter the density of 'space-bubbles' and hence, gravity? The popularized notion of gravity as a “charge” of mass–which results from particle interaction with the higgs field–doesn't seem to mesh well with qst. help!

    • Thad Roberts dice:

      Caro Peter,
      Sì, questo modello non offre un modo più semplice di concettualizzare "massa". Ecco un estratto che dovrebbe contribuire a rendere la connessione (se vi piacerebbe vedere questa discussione con i suoi riferimenti, figure, e le equazioni, mandami una richiesta per il libro via posta elettronica):

      La parola di massa fa riferimento alla presenza di una distorsione geometrica nella metrica - in particolare la presenza di una distorsione localizzata nel vuoto di maggiore densità. Distortions that are not localized, distortions that require transverse propagation in order to be sustained, are referred to as light, or more generally as energy. Distorsioni con una diminuzione della densità sono indicati energia negativa.

      In a fluid metric, the total geometric magnitude of each distortion will vary depending upon speed. When a mass particle (a localized vacuum distortion) is not moving, the magnitude of that distortion chacterizes the particle's rest mass, also known as its intrinsic mass. When the particle moves, a wavefront builds up in front of it, adding to the total distortion of the vacuum's geometry. The faster it moves the greater the distortion. The additional distortion characterizes the particle's kinetic mass. As it approaches the propagation speed of the medium, the total metric distortion approaches an infinite value. This is why it takes an infinite amount of energy to accelerate a particle with non-zero rest mass to the speed of light.

      Once we assume that the vacuum is quantized (like air), the notion of relativistic mass, whose value depends on velocity, automatically follows. Once we have particles with rest mass, it is trivial (given vacuum quantization) to explain kinetic mass (also known as relativistic mass). But how do we explain the emergence of rest mass? How do those localized regions of increased density form? Why do they only come in certain sizes – specifically prescribing the elementary particles we find in Nature? What makes these quantities of mass so special?

      In riferimento a queste domande, Frank Wilczek, una fisica premio Nobel, ha osservato che William Thomson (noto anche come Lord Kelvin) postulava una delle più belle 'fallita' idee nella storia della scienza quando ha suggerito che gli atomi potrebbero essere vortici in un etere che pervade lo spazio. Credere in nell'etere, un mezzo invisibile nello spazio-tempo che ha sostenuto le onde elettromagnetiche, Thomson rimase affascinato dal lavoro di Hermann Helmholtz, che hanno dimostrato che "vortici esercitano forze gli uni sugli altri, e quelle forze assumono una forma che ricorda le forze magnetiche tra i fili che trasportano elettrico Correnti. "Come ha esplorato questo proposito egli ha riconosciuto che vorticità è la chiave per ottenere un modello che potrebbe spiegare come potrebbero sorgere alcuni tipi di atomi, ogni esistente in un gran numero di copie identiche, in natura.

      Per ottenere la sua teoria degli atomi vortice da terra, Thomson presume che l'etere è stato dotato della capacità di supportare vortici stabili. Dopo teoremi di Helmholtz ', ha quindi rilevato che tipi distinti, o "specie" di vortici persisterà nel mezzo, e che questi vortici fondamentali possono aggregare in una varietà di quasi-stabili "molecole".
      L'idea di Thomson è molto attraente - l'idea che vortici quantistici stabili, la cui topologically forme e dimensioni diverse sono naturalmente e riproducibile scritti da proprietà del mezzo stesso, sono i mattoni del mondo materiale. Purtroppo l'idea è sbiadito nel dimenticatoio, cloddishly respinto e rifiutato, perché l'etere, il liquido di fondo che questi vorticities sono stati pensati per criticamente dipendono, è stata abbandonata. Gli scienziati hanno supposto che se l'etere è fuori, quindi vorticities quantizzati di Kelvin sono anche fuori. Essi erroneamente buttato il bambino con l'acqua sporca.

      Provvidenzialmente, l'eleganza del vorticities quantizzati di Thomson è risorto quando abbiamo scambi l'ipotesi dell'etere, che ci sia un medium nel vuoto che sostiene le onde elettromagnetiche, per l'ipotesi che il vuoto stesso è un mezzo superfluido con una metrica che è macroscopicamente descrivibile dalla funzione d'onda. L'ipotesi che il vuoto è un superfluido, chiamato anche un fluido quantistico, stabilisce istintivamente stabilità vortice. Essa comporta anche l'aspettativa che la struttura del mondo materiale viene scritto nel substrato del vuoto stesso, che come vortici quantizzati formano nel vuoto, supersimmetria è rotto e particelle subatomiche emerge dalle proprietà particolari.

      Stiamo solo iniziando a esplorare alcune delle più promettenti nuove possibilità offerte da fluidi quantistici. La ricerca attuale si concentra su, tra le altre cose, teoricamente comprendere la formazione di vortici quantistici in condensati di Bose-Einstein (e come si combinano per formare unioni stabili), il collegamento di tali vortici quantistici ad un concetto di origine della materia, e l'utilizzo di BEC per modellare nero fori e loro fenomeni correlati in laboratorio.

      Se vortici nel vuoto corrispondono a particelle poi "energia concentrata in uno spazio vuoto può trasformare particelle virtuali in reali." Se questo è ciò che sta accadendo, allora il meccanismo alla base di questa trasformazione (il meccanismo di Higgs) bisogno di essere spiegata. Dobbiamo esplorare come particelle senza massa con due polarizzazioni fisiche acquisiscono un terzo polarizzazione stabile nella direzione longitudinale. Abbiamo bisogno di capire come la proprietà della massa (mantenuta localmente distorsioni geometriche o vortici quantizzati) primavera in esistenza.

      Per spingerci verso una risposta, notiamo che se ruotiamo un bicchiere contenente un superfluido si finisce con una serie di vortici sparsi circa in quel fluido. (Il numero di vortici introdotte è proporzionale a H / m.) È interessante notare, superfluidita rompe all'interno di ciascuno di questi vortici, mentre tutto il resto del liquido mantiene la sua caratterizzazione superfluido, e rimane ancora (nel senso macroscopica). Pertanto, l'energia di rotazione della rotazione esterna viene contenuta all'interno di questi vortici quantizzati. Le differenze nella risposta alla rotazione possono essere quantificate con maggiore precisione osservando che la velocità tangenziale dei vortici quantizzati ha un modulo che diminuisce con r:
      (Non Equazioni ha completamente copia - vedi Capitolo 22 -. Vortici Quantum per le equazioni e figure)

      considerando che la velocità tangenziale di un rotatore rigido ha un modulo che aumenta con r: v = Ω × r.

      This is what allows us to claim that the vortices are localized. This, combined with the fact that vortices are defined as certain geometric distortions in the vacuum that spontaneously break or hide the underlying higher symmetric state, makes them perfect candidates for particles that inherit their rest mass via the Higgs field. Vacuum superfluidity, therefore, gives teeth to the Higgs field hypothesis.

      The Higgs field (also called the Higgs boson, or the God particle) is used to codify the mysterious fact that particles possess rest mass. It is held responsible for causing certain geometric distortions in the vacuum and thereby spontaneously breaking or hiding the underlying higher symmetric state of spacetime. How this field spontaneously breaks the symmetry associated with the weak force and gives elementary particles their mass, how it lowers the total energy state of the universe, or how viscosity is introduced into the system, is not yet clear.

      The Higgs boson was introduced into the electroweak theory as an ad hoc way of giving mass to the weak boson. Even with this insertion the electroweak theory fails to solve the mass generation problem because it does not explain the origin of mass in the Higgs boson. Instead, the theory introduces this mass as a free parameter via the Higgs potential, making the value of the Higgs mass ultimately just another free parameter in quantum mechanics.

      Matters are further complicated by the fact that the value of this Higgs parameter has only been indirectly estimated. Many different estimates for the value of the Higgs have been posited by the standard model (and its extensions). But even if theorists knew how to pick among these values, even if the mass of the Higgs boson were theoretically fixed, we would not have a fundamental solution of the mass generation problem. The Higgs postulation only reformulates the problem of mass generation, pushing the question back to 'How does the Higgs boson get its mass?'

      This is where vacuum superfluidity comes to the rescue. Vacuum superfluidity naturally postulates a fundamental mechanism for mass generation, without explicitly forbidding the existence of an electroweak Higgs particle. In short, it has been shown that elementary particles can acquire their mass due to an interaction with the vacuum condensate – much like the gap generation mechanism in superconductors or superfluids. Therefore, if the Higgs boson exists, then vacuum superfluidity explains the origin of its mass by providing a mechanism that can generate its mass. If the Higgs boson does not exist, then the weak bosons acquire their mass via direct interaction with the vacuum condensate. Either way the mass of the weak boson is a by- product of the fundamental mass generation mechanism encoded by vacuum superfluidity, not a cause of it.

      This idea is not entirely novel to a superfluid vacuum theory. Nevertheless, this topological explanation for mass generation elevates this theory to a construction that is at least ontologically on par with braid theory or loop quantum gravity. The assumption that the vacuum is a superfluid makes it possible to describe the symmetry-breaking relativistic scalar field (which is responsible for mass generation) in terms of small fluctuations in the background superfluid. Under certain conditions these fluctuations come together to take on the properties of elementary particles.

      As vacuum fluctuations come together to create stable metric 'braids,' as twisting vortices form and stabilize, they become capable of taking on mass particle characteristics – a third polarization state and the property of being localized. (Not all fluctuations will combine into stabilized vortices.) This opens up the possibility of topologically interpreting electric charge as twists that are carried on the individual ribbons of a braid. Likewise, color charge can be interpreted topologically as the available twisting modes.

      All of this suggests that matter generation is explicitly related to quantum vortex formation in the superfluid vacuum (or the generation of dark solitons in one-dimensional BEC's). Superfluid vortices are allowed for by the non-linear  term in the Gross-Pitaevskii equation.
      These plaits of quantized angular momentum are most naturally represented by a wavefunction of the form  , where ρ, z, and θ are representations of the cylindrical coordinate system and l is the angular number. In an axially symmetric (harmonic) confining potential this
      is the form that is generally expected. To generalize this notion we determine  by minimizing the energy of  according to the constraint  . In a uniform medium this becomes:
      where: n2 is density far from the vortex, x = ρ / l ξ, and ξ is healing length of the condensate. For a singly charged vortex (l = 1) in the ground state, has an energy  given by:
      ,
      where b is the farthest distance from the vortex considered. (A well-defined energy necessitates this boundary b.)
      For multiply charged vortices (l > 1) the energy is approximated by: .
      
      Such vortices tend to be unstable because they have greater energy than that of singly charged vortices. There may, however, be metastable states, that have relatively long lifetimes, and it may be possible for vortices to come together and create stabilized unions.

      Dark solitons are topological features in one-dimensional BEC's that possess a phase gradient across their nodal plane. This phase gradient stabilizes their shape even during propagation and interaction. Because these solitons carry no charge they are prone to decay. Nevertheless, “relatively long-lived dark solitons have been produced and studied extensively.”

      When it comes to the mass generation problem vacuum superfluidity has become a thriving contender among a swarm of competing theories. Because it explains mass and energy strictly in terms of geometry it has positioned itself as the contender with the most ontological potential.

      – I hope that helps.

      Thad

  17. Carnoy Aurelien says:

    hello dear Thad

    I am not sure this is the right place to post my comment,
    so feel free to move it if you need too. ty

    i hear you say all electrons look alike
    would it help you to hypothesis that they are all the same one?
    what i mean by this is: an electron is a place in space time
    that phenomenon is the same one ,
    we just observe it from different points of view

    I'm not saying it is reality
    it is just a tool
    to nicely illustrate
    how one can consider realty

    an other example of that tool would be
    the similarity between black/white whole and the big bag theory
    though many different point of vue on what we are talking about
    can lead people to disagree 😛

    This is why i used the electron example
    as it seemed simpler
    (i hope my English convey my meaning
    as i an French)

    i hope to hear from you
    prenditi cura
    Aurelien

    • Thad Roberts dice:

      Dear Carnoy,
      The idea that there is only one electron in the Universe manifesting itself in many places (with many complex stories for how it gets to all of those places) has already been proposed. What people are trying to achieve in this proposal is an explanation for the uniformity between all electrons. Personally I find the simplest story to be most likely, and most explanations I've heard for how one electron manifests itself in multiple places in space and time have been very complex. The simplest explanation I know of so far is that there is a property in the vacuum itself that inscribes the properties of the elementary particles (including the electron). If the vacuum is a superfluid, then the quantum eddies that form due to superfluidity, which only come in very specific states (eddie 1, 2, 3… but no eddies with properties between those), are natural expectations. If those eddies are the elementary particles, than that would be the most simple explanation possible. This is not to say that I am discouraging the idea you are suggesting. All ideas have value in science, and science needs people that are willing to use their creative imaginations to come up with new ways of seeing things.

  18. eric says:

    Salve
    i have listen to your tedx talk with a lot of interest.i have a few question that i cant realy grasp with this consept. if the space is made of `something` you still endup with something empty between those little space, what is empty made of? if all the space touch at some point and allow thing to move from a space to another space whitout having to pass into something that dont exist/empty it would ease my mind but dont allow for 3 dimention you talk about. at what level of the atom do the space interact to create gravity? how can we manipulate space from the atomic point of view to test that theory?
    grazie
    Eric

    • eric says:

      i forgot to ask how energy intereact with space?
      grazie

    • Thad Roberts dice:

      Eric,
      Grazie per le vostre domande. Il discorso TED non è andato in molta profondità. Permettetemi di fornire un po 'di più qui. La struttura completa di questo modello assume una geometria frattale, nel senso che presuppone che il vuoto è fatta di parti, e che tali parti (e il mezzo che li separa) sono realizzati in parti più piccole, e così via. Grazie a questa struttura gerarchica, il modello esatto di cui stiamo discutendo dipende dalla risoluzione abbiamo scelto di concentrarsi su. Se ci limitiamo a 11 dimensioni, poi il vuoto è fatto di quanti, ognuno dei quali contiene volumi interspaziali, i quanti di vuoto sono separati in volume superspatial, e l'intera collezione riempie il volume di spazio familiare. La tua prima domanda chiede quale il volume superspatial è, o forse che cosa è fatta. Il modello assume infine che superspazio è, in un modo di auto-simile, in sub-quanti, e quindi ha proprietà del fluido proprie. Il sub-quanti non vengono risolti nella nostra risoluzione dimensionale 11, ma se vogliamo risolverle abbiamo semplicemente passare al successivo livello di risoluzione, che è una mappa tridimensionale di 30 (27 dimensioni spaziali, e 3 dimensioni temporali). Inoltre, nel modello vuoto comprende tutti i "mobili del mondo" o tutto ciò che si manifesta nello spazio. Vortici Quantum nel vuoto superfluido sono le particelle fondamentali della materia, e le gradienti di densità che li circondano sono i campi gravitazionali. Tutte le forme di energia sono contrassegnati da distorsioni metriche, differenze nelle distribuzioni dei quanti che compongono il vuoto. Tali distorsioni possono essere moltiplicazione onde o fononi, come onde sonore attraverso l'aria, oppure possono essere vortici quantistici, ottenendo che i fisici chiamano un terzo polarizzazione - rendendo possibile la distorsione di essere mantenuta senza necessariamente dover spostare attraverso la metrica. Il vuoto è più fondamentale di atomi di materia. Molti vuoto di quanti coreografo insieme per fare vortici quantistici, che formano le particelle fondamentali, come i quark, che si combinano per rendere protoni e neutroni, e, infine, gli atomi. Per quanto riguarda il test della teoria, ci sono diversi modi per testare questa teoria, in quanto rende chiare le partenze da proiezioni tradizionali in cosmologia, la relatività generale e la meccanica quantistica. Prima di tutto, si presuppone che la simmetria di Lorentz non è una simmetria esatta della natura, ma invece una simmetria che si manifesta nel regime di bassa quantità di moto. La previsione, dunque, è che con sufficiente energia e momento dovremmo essere in grado di rilevare le correzioni Lorentz-rottura. Per fare questo abbiamo bisogno di energie e quantità di moto che si estendono oltre la soglia di eccitazione del vuoto superfluido. Inoltre, offre una spiegazione per la luce rossa spostata nella cosmologia, che, naturalmente, porta a completamente diverse affermazioni circa l'energia oscura. Inoltre, le sue predizioni quantistiche meccaniche inserire un termine non lineare nella sua equazione d'onda, mentre l'interpretazione livello della meccanica quantistica attacca con solo il termine lineare (che è il motivo per cui rimane limitato dalle prese con fenomeni di relatività generale). Se si desidera guardare in questo in maniera più approfondita, non esitate a inviarmi una richiesta di una copia gratuita del libro.

  19. eric dice:

    sicuro, grazie

  20. Stolrael Dowell dice:

    Hai toccato su di esso. Ma voglio davvero una elaborazione su come la materia si muove da un quanto di spazio per il prossimo. Hai detto quanti può toccare superspatially, ma non hanno di essere?

    • Thad Roberts dice:

      Le particelle di materia sono vortici quantistici in questo modello, il che significa che anche i quark fondamentali sono costituiti da tanti quanti di spazio. Per particelle di materia che si muovono nello spazio la raccolta di vortici che lo compongono, o al minimo il vortice che lo compone, si muove attraverso il mezzo in un modo molto simile a come un idromassaggio muove attraverso l'acqua. Per cominciare ad esplorare le basi di questo tipo di movimento Suggerisco guardando fononi, altrimenti noto come quasiparticelle, che possono essere definiti come eccitazioni collettive nei periodici, le modalità elastiche di atomi o molecole di un mezzo (in questo caso il quantum del superfluido sottovuoto). Questi fononi possono assumere forme diverse, ma tutti rappresentano stati eccitati nel mezzo. Quando questi stati eccitati diventano vortici quantistici, che rappresentano la materia, invece di energia sotto forma di luce, ma il moto di questi vortici è ancora determinato dai parametri del mezzo elastico.

  21. Nathan Duke dice:

    Caro Signor Roberts,

    1. Are Quanta fisicamente reali, oggetti materiali (come nei componenti sostanziali di un superfluido)? O sono piuttosto, come piano, una rappresentazione concettuale di spazio (con la proprietà aggiuntiva di rappresentare la confluenza dei cinque costanti di natura all'interno di qualsiasi data unità di spazio) coordinate euclidea da sovrapporre su di essa, al fine di standardizzazione di un unità base di misura in modo che possiamo percepire più chiaramente le sue proprietà e più completamente e accuratamente analizzare e spiegare il suo comportamento?

    2. In caso affermativo, fare Quanta hanno massa?
    3. lo "spazio" tra Quanta quantiz (a cura di / grado)?
    4. Se quanti sono indivisibili, come poi stanno composti da "sub-quanti e così via, all'infinito"?

    Come RB Fuller ha detto una volta, "Tutte le verità sono omniinteroperable." Per favore mi aiuti conciliare queste affermazioni apparentemente non interoperabili di verità da parte del vostro quadro teorico. Io sono un laico con la sola conoscenza più rudimentale di questo materiale. Ma dal momento che si dichiara di QST offre una vista comprensibile di questi concetti normalmente imperscrutabili, vi scrivo in uno spirito di comprensione (o almeno aspirante ad esso!).

    Grazie.

    PS La vostra spiegazione alternativa di red-shift mi ha dato il primo barlume di speranza per il futuro del cosmo poiché la profezia entropica di Edwin Hubble apparentemente sigillato è destino. Ho ancora alcune domande su questo, ma lascio quelli per più tardi ...

    -

    Cordiali saluti,
    Nathan Duke
    Lead Designer
    Brandingo .biz
    949-468-5688 cellulare
    619-567-0000 ufficio
    619-916-3630 Fax
    nathan. duca @ gmail. com

    • Thad Roberts dice:

      Ciao Nathan,

      Grazie per le vostre domande. Cercherò un insieme conciso di risposte qui e vi indicherà il mio libro per una spiegazione più ricca. (Ho appena mandato una copia pdf a voi.)

      Lei ha chiesto: "Dobbiamo intendere che Quanta sono letteralmente oggetti materiali vero? Oppure, come piano di coordinate euclidea, sono semplicemente una rappresentazione concettuale di spazio (con la proprietà aggiuntiva di rappresentare la confluenza dei cinque costanti di natura all'interno di qualsiasi data unità di spazio) da sovrapporre su di esso allo scopo di standardizzare una base unità di misura in modo che possiamo percepire più chiaramente le sue proprietà e in modo più completo e spiegare con precisione il suo comportamento? "

      Io sto puntando presso l'ex di queste opzioni, come il modello vuoto superfluido di quantum spazio theoy ha lo scopo di fornire una ontologia completo. Tuttavia, non vorrei obiettare qualcuno ideare un'interpretazione basata su questi ultimi, ma ho il sospetto che non avrebbe portato tanto importazione esplicativo.

      In risposta alle vostre domande:

      1. Do Quanta ha di massa?

      No, quanti non hanno massa. Massa è una distorsione delle disposizioni geometriche del quanti. Esso è una proprietà collettiva e pertanto non può essere attribuito ad un unico elemento della collezione - proprio come una molecola d'aria non può avere pressione.

      2. lo spazio tra Quanta quantiz (a cura di / grado)?

      Si è, ma su scala completamente diversa - la stessa scala su cui i quanti stessi sono quantizzati. Capitolo 11 dovrebbe aiutare con questi preoccupazioni / domande. Se non li risolve per favore fatemelo sapere.

      3. Se quanti sono indivisibili, come poi stanno composti da "sub-quanti e così via, all'infinito"?

      Quanta non sono indivisibili. Sono soltanto le più piccole unità se lo spazio. Lo stesso vale per l'oro. Può essere diviso fino a un atomo se l'oro e ancora oro. Non possiamo dividere un atomo di oro e ancora oro, ma questo non definitiva o logicamente impedirci di dividerlo. La divisione è possibile, ma richiede superando le proprietà e la definizione del mezzo (oro). L'affermazione è che lo stesso vale per lo spazio come mezzo.

      Mi auguro che ci ha aiutato. Mentre si legge il libro si prega di tenere un elenco di domande e commenti e inviarmi eventuali questioni irrisolte o commenti costruttivi. Se trovate qualche sezione particolare chiaro mi piacerebbe sapere. La tua analisi critica è importante per me come lo scopo del mio libro è quello di rendere questi argomenti accessibile a tutti con una mente acuta indipendentemente dal loro livello di formazione nel campo della fisica.

      Grazie.

      Thad

      PS Le domande relative al tuo commento post scriptum sono trattati nel capitolo 28 del mio libro. Godetevi.

  22. Thad,

    Visti il ​​video TEDx Youtube la notte scorsa ed è stato spazzato via. Ho passato questa mattina leggendo il vostro sito web e ora vorrei vedere i dettagli tecnici del tuo libro QST.

    Il mio background è Laurea Fisica, Matematica MM. Ho trascorso la mia vita lavorativa nel settore informatico e sono ora in pensione.

    Ho lasciato la scuola grad (UMD, College Park) in fisica quantistica a causa di una profonda insoddisfazione con QM: ho capito la matematica - ma aveva seri dubbi circa l'epistemologia. Ho cercato di mantenere in corso negli ultimi 50 anni (il mio Dio, ora è stato così a lungo?) Di lettura il più possibile sulle teorie attuali.

    Le vostre idee - se li ho capito bene - sono assolutamente meravigliosi. Ho creduto per un po 'di tempo che tutto ciò che la realtà è - è emergente con la complessità infinita derivabile da semplici regole ricorsive.

    Ho trascorso qualche tempo a pochi decenni fa esplorare il mondo dei frattali ( see https://​www​.flickr​.com/​p​h​o​t​o​s​/​h​o​r​t​o​n​h​e​a​r​d​a​w​h​o​/​4​4​8​2​2​2​6​0​23/ for un campione del mio insieme di Mandelbrot animazioni) e sono particolarmente entusiasta che si riconosce la natura frattale più profonda della realtà.

    Ho anche capita di avere molti degli stessi interesse personale, come si (PADI Divemaster, Spazio appassionato, Fossile cacciatore, geologi dilettanti.)

    In attesa di una lettura emozionante e spero di poter fornire un feedback utile.

    Marvin

    • Jeff Chapple dice:

      Thad è all'estero in questo momento, quindi non sono sicuro di quanto tempo ci vorrà lui a rispondere.

    • Thad Roberts dice:

      Ciao Marvin,

      Mi scuso per l'assunzione di questo tempo a rispondere. Sono stato all'estero per diversi mesi, in viaggio con un fisico quantistico e quindi un filosofo della fisica. Sembra che tu e io ho molto in comune, e non vedo l'ora di esplorare con voi. In tutto il libro il mio obiettivo principale rimane per noi tornare a un'indagine che non gira le spalle preoccupazioni epistemologiche, quindi mi piacerebbe molto grato se una delle lenti si valutati attraverso il mio libro era l'obiettivo epistemologico. Fammi sapere se si tiene in mano una discussione epistemologica soddisfacente. Naturalmente, non vi è alcun obbligo che si finisce per credere che la natura si conforma perfettamente al modello, a mantenere il nostro dubbio in giro in dosi sani è importante, ma è importante che qualunque percorso esploriamo non riaccenderlo ontologia ed epistemologia. Se avete qualche idea come si legge, o pensa di tutte le parti particolari potrebbero essere migliorati, per favore fatemelo sapere. Ti mando una copia del libro alla tua email. Sono molto ansioso di vostri commenti e avviare un dialogo con voi.

      Thad

  23. Dr. Morozov dice:

    Ciao Mr. Roberts,

    Ho solo una domanda senza una buona risposta a cui sarebbe impossibile per me accettare che lo spazio è quantizzato.

    Il problema è che qualsiasi struttura quantizzato rende automaticamente spazio anisotropo. In altre parole alcune direzioni nello spazio diventano "favorevole".

    Suppongo che in caso di distorsione i quanti "spaziali" si introducono formerebbe una griglia 3D, confezionato in bei filari lungo i 3 alimentazione assi. Finché ci si sposta lungo l'asse di everthing va bene - la distanza percorsa è pari al numero di spazio "quanti" passsed.

    Ma supponiamo si dovesse andare in un triangolo ad angolo retto con i suoi lati, lungo le axises lungo l'ipotenusa. Se si spera più di "quanti" si dovrà fare questo in un modo un passo simile, raccogliendo lo stesso numero di passi come somma lungo i lati. Ovviamente secondo il teorema di Pitagora questo non può essere vero.

    • Thad Roberts dice:

      Dr. Morozov,

      Come forse ricorderà isotropia è definita macroscopicamente, come la pressione. In questo senso non c'è anisotropia intrinseca scritta da quantizzazione. Ad esempio, se abbiamo un contenitore di gas, che riteniamo essere fatta di parti quantizzati (atomi o molecole) e siamo nello spazio senza campo gravitazionale misurabile, quindi il gas visualizzerà uniformità in tutte le direzioni, non avendo disposizione preferita in un modo contro un altro e avere pari densità di tutto. In altre parole, sarà isotropo. Isotropia potrebbero prevedere in questo sistema di gas, tuttavia, se mettiamo un lavandino fredda nel mezzo. Poi ci troveremmo che il gas era più denso vicino al lavello freddo e radialmente meno densa come distanza dal lavandino freddo è aumentato. Ciò creerebbe anisotropia nel sistema. Lo stesso è un'opzione per lo spazio quantizzato, e queste regioni anisotropico rappresentano campi gravitazionali, o spazio curvo di Einstein.

      Per il secondo punto, lei ha ragione a riconoscere che il teorema di Pitagora è sfidato dalla quantizzazione, almeno nel suo limite teorico. E a quanto pare, è già ben noto che il teorema di Pitagora non ubiquitariamente tenere in natura. Ovunque spazio è curvo il teorema di Pitagora non regge più, maggiore è la curvatura più si riesce a rappresentare il sistema. Inoltre, su scale microscopiche che non può tenere se non prendiamo le medie orarie con campate significativi.

      I vostri punti sono abbastanza perspicaci. Li rivolgo a molto maggiori lunghezze nel mio libro. Se desideri una copia per favore fatemelo sapere.

      Thad

  24. Ben dice:

    Grazie mille per aver condiviso le vostre idee. Mi piacerebbe un link al tuo libro

  25. Vivek dice:

    Ciao Mr. Roberts,

    Di recente ho visto il tuo discorso TED e sono affascinato dall'idea. La spiegazione di gravità era molto elegante! Tuttavia, ho ancora alcune domande:

    1. Non ho ben capito la spiegazione del redshift. La prego di elaborare?

    2. La teoria predice un universo in espansione? Il big Bang?

    3. Qual è il destino dell'universo, se questa teoria è corretta?

    4. Ha qualche collegamento alla teoria delle stringhe?

    5. Perché 11 dimensioni?

    Inoltre, la prego di scrivermi una copia del tuo libro?

    Grazie molto.

    • Thad Roberts dice:

      Hi Vivek,
      I'm sending you the book. Let me provide short answers here and direct you to the sections of the book that answer your questions in more depth.
      1,2 – I agree, the TED talk was very rushed and short – there is much to elaborate on. Redshift in this model is accounted for in two ways. The doppler effect (a function of relative motion between source and observer) causes light to become red (or blue) shifted, as the relative motion lengthens or shortens the received wavelength. Redshift also occurs for waves in a medium if the pressure of that medium decreases as those waves travel through it. Therefore, if the vacuum is a fluid medium, then plane wave phonons (light) that travel long distances through it will become redshifted as the pressure of the vacuum looses pressure. This decrease in pressure is explained by the fractal structure of the vacuum. Because the vacuum is made up of quanta, which are in turn made up of sub-quanta, and so on. Collisions between two quanta rearrange the internal sub-quanta, and this geometric distortion draws some energy from the motion of the quanta. The difference in size between levels (between the quanta and the subquanta) is very large, so the amount of energy lost to the internal degrees of freedom is very small, but over many collisions the energy loss becomes noteworthy. The model predicts a Big Bang, and inflation, but because it accounts for redshift geometrically it does not follow that observations of redshift suggest that the universe is expanding. See Chapter 28.
      3 – The fate of the universe is to eventually suffer another external collision, causing the universe to reset in low entropy and high energy. The internal laws and constants of nature will remain the same, but the starting state may be different, directing its evolution until the next collision. See Chapter 27.
      4 – Yes there is some overlap with this theory and the ideas held by string theory, but its conceptual foundations differ significantly. Nevertheless, the branes of string theory might be considered to be what is modeled by the surface areas of the vacuum quanta. (See pages 33, 35-36, 53, 186-187, & 318-319.)
      5 – 11 dimensions is a geometric consequence of vacuum quantization. This is covered in Chapter 11.
      Please let me know if your questions are satisfied when you read the book, and if more questions come up, please share. The book has greatly improved in response to questions shared by others.

  26. Vivek says:

    I had a few more questions I forgot to ask:

    Does the theory have any probabilistic aspects at all?

    Does it get rid of quantum theory entirely?

    What does it say about virtual particles? quantum tunneling?

    What exactly do you mean when you talk about the fractal structure of the theory?

    Grazie.

    • Thad Roberts dice:

      The theory reproduces quantum mechanics is a deterministic way (just as Bohmian mechanics does). Probability is captured as a reflection of our ignorance of the actual state of space at any given moment. Specifying a specific exact state leads to a deterministic evolution to another exact state at a different time, but in practice we cannot access the exact state of space, so probabilistic projections come from deterministic physics. (See pages: 32, 79, 113-116, 204-214, 226-229, 243-245, 289-299, 382-391.) Virtual particles is briefly mentioned on page 362, quantum tunneling is covered in Chapter 14, an the fractal structure of the theory is fully explained in Chapter 11.

  27. P.Dingen says:

    Dear Thad,

    Thank you for sharing your ideas with our world. Could you send me a link to your book, would love to read more about your theory. Grazie in anticipo!

  28. Cosmin says:

    Ciao,

    I'm a Physics passionate and I'd very much like to know more about your model and it's consequences. Are there PDF copies of your book still available ?

    Grazie.

    • Thad Roberts dice:

      I just published it yesterday, but since you asked before that, sending you a pdf now 😉

      • Cosmin says:

        Thank you, I'll come back with comments and questions.

        What I can say for now is that my next point of interest is to understand what consequences has the mobility of quanta, as opposed to a static grid arrangement, on the movement of matter/energy.

        If I understand correctly from what I've read so far on your site, the (super)fluidity allows for stable vortices that correspond to “material” particles. But what I try to understand is the impact said mobility of quanta has on the movement (as in translation) of those “particles”.

        Does the vortex move like a propagating wave (at each moment the vortex is made up of different quanta), or do the quanta actually translate with respect to the rest of the “sea” of other quanta. This is probably a simple question of (super)fluid dynamics, but nevertheless I try to understand what the consequences of this model are.

        Thanks again and keep up the good work. :)

        • Thad Roberts dice:

          It sounds like you'll really enjoy the Superfluidity Chapter in my book.
          It was just published, available through Lulu​.com in hardcover full color interior.
          Softcover full color will be available soon through Amazon, and the iBook and audiobook will follow.

          In short, the vortices move like propagating waves, at each moment made up of different quanta. Nevertheless, even in regions of the vacuum that have no vortices, the vacuum itself has a dynamic equation. This is also very similar to Bohmian mechanics, so you may enjoy reading Chapter 24 in the book also.

    • Thad Roberts dice:

      I think that an investigation sounds reasonable. They aren't denying that Americans went to the moon, but they want some accountability as to what happened to the moon rocks. From personal experience I can say that the American government can take this quite seriously, so they might as well be consistent and be concerned about this accountability issue also.

  29. Dan D dice:

    There have been several articles recently about a working electromagnetic propulsion drive and how it shouldn't work based on the law of conservation of momentum. In my mind, I keep thinking of your theory of quantized space and am wondering whether space quanta is what is being propelled by the engine to gain velocity. Do you have any thoughts?

    • Thad Roberts dice:

      I've read these papers and don't think the effect can be teased apart from the noise yet. There is more work to be done, but I worry that the theoretical explanation at hand so far doesn't have much weight to it. It is important to keep an open mind, but part of this means reading the material ourselves instead of just following the public hype. The jury is still out.

lascia un commento




Se si desidera una foto per mostrare con il proprio commento, vai ottenere un Gravatar.